Home

Home »  Home

africaCome dimenticare gli occhi che ti hanno guardato, le mani che ti hanno toccato le bocche che ti hanno sorriso, le persone che ti hanno accolto, che ti hanno dato quello che a loro manca. Come scordare l’Africa che ti ha spiegato la vita, l’amore, l’amore quello vero, semplice, nascosto in ognuno di noi. L’Africa è vita, ed il mio è stato un viaggio nella vita per scoprire ciò che veramente conta, ciò che vale davvero. Essere là, condividere almeno un po’ la loro vita, sorridere e piangere con loro, vedere gli occhi dei bambini, toccare le loro mani, sentire le loro voci, ma questa è un’altra cosa, un’altra storia, basta poco per ritrovarsi immersi nel loro mondo, nel loro quotidiano, ed è un’immersione totale fatta di dolore ma anche di gioia grande, quella della vita, pura, vera, vissuta intensamente, grandi gioie, grandi dolori, grandi occhi che ti guardano ma non supplicano, chiedono ciò che è solo un diritto, il diritto alla vita, una vita dignitosa, non uguale alla nostra ma come la vogliono loro, una famiglia, una casa, la scuola e la possibilità di essere curati, e sì, curati. È un trauma tornare a casa, è faticoso tornare alla vita di sempre dopo avere passato un periodo così intenso in un paese che ti ha dato, e ti ha fatto capire tanto. Le priorità cambiano, la mattina ti alzi con un’altra prospettiva nella mente. Riaffiorano i colori, i suoni, gli odori di quella terra che ti ha fatto sentire più vivo quasi come se proprio là ci fosse il segreto della vita. È la che Dio è più grande, intriso in ogni cosa, lo senti vicino mentre cammini per le strade, lo vedi nei tuoi compagni di viaggio, la sua presenza è forte mentre incontri la sofferenza e ancora di più quando ti imbatti nella gioia, in ogni malato vedi i suoi occhi, in ogni bambino il suo sorriso, in ogni canto la sua voce.
In Africa è stato come immergersi nella vita, assaporarne il vero gusto, è come bagnarsi in un fiume dal quale non potrai più asciugarti. Andare in Africa è un po’ come tornare alla vita, quella senza fronzoli, come spogliarsi delle cose inutili per tornare all’essenza delle cose, delle persone, dell’anima.

Francesco Corrado